Ricerca































banner_direkta.gif


banner_ratio_iuris.gif
mod_vvisit_counterVisite Oggi348
mod_vvisit_counterDal 12/06/091665459






























L'amministrazione di sostegno
L'amministrazione di sostegno è stata introdotta nel nostro ordinamento dalla L. n. 6 del 9 gennaio 2004 ed è un nuovo istituto volto alla protezione di soggetti privi, in tutto o in parte, di autonomia nell'espletamento delle funzioni della vita quotidiana.
   
A mente degli artt. 406 e ss. c.c. il Giudice Tutelare, su istanza dei soggetti di cui agli artt. 406 e 407 c.c., può nominare un amministratore di sostegno che assista o rappresenti una persona che, per effetto di una menomazione fisica o psichica, sia impossibilitata, anche parzialmente o temporaneamente, a provvedere da sola ai propri interessi.
 
La ratio giuridica dell'introduzione dell'istituto dell'amministrazione di sostegno è quella di assolvere alle medesime funzioni della tutela o della curatela senza intaccare, però, lo status giuridico del soggetto beneficiario che rimane, infatti, legalmente capace, fatta eccezione per singoli atti in riferimento ai quali, per tipologia e/o limitatamente ad uno specifico lasso temporale, il Giudice Tutelare ravvisa l'opportunità di nominare un amministratore di sostegno.
 
L'amministratore di sostegno, poi, a seconda dei casi, sarà o officiato della rappresentanza del beneficiario nel compimento degli atti medesimi (così come nel caso della tutela) o di una più limitata funzione di assistenza (così come nel caso della curatela).
 
L'amministrazione di sostegno è un istituto, dunque, che garantisce una maggiore flessibilità rispetto alla tutela ed alla curatela consentendo al Giudice Tutelare provvedimenti maggiormente aderenti alle reali esigenze del  "sostenuto".
 
Nel caso dell'amministrazione di sostegno, la rappresentanza (o l'assistenza) riguarda esclusivamente alcuni atti specificati nel decreto giudiziale (ad esempio provvedere alla pratica per la definizione del rapporto di lavoro e per la richiesta delle relative spettanze).
 
L'amministrazione di sostegno può conseguire non soltanto ad una menomazione psichica ma anche ad una menomazione fisica.
 
L'amministrazione di sostegno può, inoltre, essere particolarmente utile a beneficio delle persone anziane che siano prive d'autonomia nell'espletamento di talune funzioni della vita quotidiana.




Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!


 


ricerca

CERCA ANCORA IN QUESTO SITO