Ricerca































banner_direkta.gif


banner_ratio_iuris.gif
mod_vvisit_counterVisite Oggi71
mod_vvisit_counterDal 12/06/091608037






























esecuzione su verbale di separazione omologato

 

Il verbale di separazione consensuale ritualmente omologato ha efficacia di titolo esecutivo.

Ne consegue che quando il coniuge spontaneamente non adempie l'obbligazione di contribuire economicamente al mantenimento dell'altro coniuge, quest'ultimo può notificargli contestualmente il titolo esecutivo e l'atto di precetto, che sono ex art. 479 c.p.c. atti preliminari all'esecuzione forzata. Naturalmente laddove anche la notifica dell'atto di precetto non sortisca effetti si potrà procedere con l'esecuzione forzata. Qui di seguito proponiamo un modello di atto di precetto su verbale di separazione consensuale omologato ed un modello di PPT sul trattamento pensionistico.
 
I modelli qui di seguito proposti sono stati realizzati da:


Anna Gatto

avvocato presso il Foro di Locri

 

ATTO  DI  PRECETTO

 

La signora …………nata a ……., il …….. e  residente in…………Via…….. C. F:……………., rappresentata e difesa, dall’Avv. …….. (C. F.:…………) ed elettivamente domiciliata in ……..Via ……..presso e nello studio dell’Avv. …………. (Codice Fiscale : …………..) che la rappresenta e difende per procura rilasciata a margine del presente atto. L’Avv. ……..dichiara di voler ricevere le comunicazioni e le  notificazioni relative al presente procedimento presso il seguente numero di fax: ………, e presso il seguente indirizzo di posta elettronica certificata:…………
Visto :
il Decreto del Tribunale di………., emesso in data ……. depositato in cancelleria in data……………, con cui è stato omologato il verbale di separazione consensuale del …….., R. G. n……….., munito di formula esecutiva in data…………., ed in tal guisa notificato contestualmente al presente atto di precetto, nel quale è stabilito che il signor ………. corrisponderà alla signora…………., a titolo di contributo per il mantenimento della stessa, entro il giorno ………di ciascun mese, a decorrere dal mese di……., l’assegno mensile di €…………, rivalutabile annualmente secondo gli indici ISTAT;
che la predetta statuizione comporta l’obbligo per il signor ………..  di pagare alla signora …….., a titolo di contributo per il mantenimento della stessa, l’assegno mensile di € ……… a decorrere  dal mese di…….. da rivalutarsi ogni  anno secondo gli indici ISTAT ;
che il signor …………. ha corrisposto alla signora ……………, la somma di € ……….,  per le mensilità di ……. e non ha invece, fino ad oggi, corrisposto la somma di € ……..dovute per le mensilità scadute di ………
Tutto  ciò visto,  la sig.ra …………ut sopra, elettivamente domiciliata, rappresentata e difesa    

INTIMA E FA PRECETTO

al signor ………….. nato a ……….., il ……………., e residente in …………..alla Via…………., C. F.: …………………di  pagare  nel domicilio eletto ed  entro e non oltre giorni 10 (dieci) dalla notifica del presente atto di precetto le somme di denaro sotto indicate:
Assegno per mensilità di ………………………. …………………….€                                                                  
Oltre  diritti ed onorari del presente atto come di seguito specificate:
                                                                                                         Diritti ed Onorari
Posizione archivio                           
Autentica firma                                                                                    
Richiesta copie F. E. x 2                                                                           
Accesso Ufficio e ritiro copie                                                                                                                      
Disamina titolo esecutivo                                                                  
Corrispondenza
Consultazioni                                                                                   
Atto di precetto    
Dattilo e collazione
Notifica atto                            
Ritiro atto notificato  
Esame relata                                                                                       
Onorario  precetto  
Redazione presente nota spese
Rimborso spese 12,5% su €
CPA 4% su €
IVA 21% su €

TOTALE                                                                                  

e così complessivamente la somma di € ……….  , il tutto salvo errori ed omissioni da correggersi a semplice richiesta di parte, oltre ai maturandi interessi, alle ulteriori spese occorende ed a quant’altro dovuto. Con avvertimento al debitore intimato che, in difetto di pagamento nel termine di dieci giorni dalla data di notifica del presente atto, si procederà ad esecuzione forzata ai sensi di legge.

Data …….                                                                   Firma Avvocato                                      

 

 

TRIBUNALE DI ……………..
ATTO DI PIGNORAMENTO PRESSO TERZI

La signora…………, nata il………….., a…………..e residente in………Via………….C. F.:………………… elettivamente domiciliata in ……..Via ……..presso e nello studio   dell’Avv. …………. (Codice Fiscale : …………..) che la rappresenta e difende  in forza di  procura rilasciata a margine dell’atto di precetto. L’Avv. ……..dichiara di voler ricevere le comunicazioni e le  notificazioni relative al presente procedimento presso il seguente numero di fax: ………, e presso il seguente indirizzo di posta elettronica certificata:………….

Visto:

il Decreto del Tribunale di…………, emesso in data…………, depositato in cancelleria in data ……….. con cui è stato omologato il verbale di separazione consensuale del………., R. G. n. …………nel quale è stabilito che il signor ………..corrisponderà alla signora…………., a titolo di contributo per il mantenimento della stessa, entro il giorno …..di ciascun mese, a decorrere dal mese di………., l’assegno mensile di € ………. rivalutabile annualmente secondo gli indici ISTAT;
che la predetta statuizione comporta l’obbligo per il signor ……….di pagare alla signora …………a titolo di contributo per il mantenimento della stessa, l’assegno mensile di € ………..a decorrere dal ………… da rivalutarsi ogni anno secondo gli indici ISTAT;
che la signora …………và creditrice nei confronti del signor………….. della somma complessiva di € ………….., per le mensilità di………. ad oggi scadute e non corrisposte;
che copia conforme del suddetto Decreto del Tribunale di ….. con cui è stato omologato il verbale di separazione consensuale del……….., R. G. n………….., munito di formula esecutiva in data ………. è stato notificata al signor ………..il …………. unitamente ad atto di precetto con cui è stato intimato il pagamento in favore della signora …………della complessiva somma di € ……….. nel termine di dieci giorni, con avvertimento che, in mancanza, si sarebbe proceduto ad esecuzione forzata ai sensi di legge;
che nonostante il decorso dei termini di legge, l’atto di precetto non ha sortito effetto alcuno;
che il debitore  signor………….. gode di pensione erogata dal……...;
 che la creditrice pignorante intende procedere a pignoramento di  tutte le somme  dovute e debende dal………. al signor …………..a titolo di pensione e di altre indennità, nei limiti di legge, e fino alla concorrenza di €  ……….. ( in virtù del disposto di cui al novellato art. 546 c. p.c.);         
Tutto quanto sopra visto, l’istante, ut sopra, elettivamente domiciliata, rappresentata e difesa  

CITA

1.    ………………………………….. in persona del  rappresentante legale pro-tempore  con sede in…via…….;
2.    e il signor ……………….nato a………………, il …………… e residente in …………….. Via ……………….C. F.: …………………….
  a voler comparire avanti il signor Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di ………… all’udienza che sarà tenuta il giorno ……..ore e locali di rito, quanto alla prima perché renda la dichiarazione prescritta dall’art. 547 c. p.c. e quanto al secondo perché sia presente alla dichiarazione stessa e agli atti ulteriori, con invito al terzo a comparire quando  il pignoramento riguarda i crediti di cui all’art. 545, commi terzo e quarto, e negli altri casi a comunicare la dichiarazione di cui all’art. 547 al creditore procedente entro dieci giorni a mezzo raccomandata;

INTIMA

All’……… in persona del  rappresentante legale pro-tempore  con sede in…via……. di non disporre delle somme pignorate senza l’ordine del Giudice, per non incorrere nel pagamento dell’importo del credito precettato aumentato della metà e nelle altre sanzioni di legge.

Data………                                                                             Firma  Avvocato

 

RELAZIONE DI NOTIFICA

Ad istanza dell’Avv…….., nella qualità in atti; visto il titolo esecutivo costituito dal Decreto del Tribunale di…….., emesso in data……………, depositato in cancelleria in data………., con cui è stato omologato il verbale di separazione consensuale del…….., R. G. n…………, munito di formula esecutiva in data………, notificato in forma esecutiva unitamente ad atto di precetto in data………; visto l’anzidetto atto di precetto notificato in data ……… con il quale si intimava al signor ……….il pagamento in favore del signora ………della somma di €……….; io sottoscritto Ufficiale Giudiziario addetto all’Ufficio Notifiche presso il Tribunale di ……..

HO SOTTOPOSTO A PIGNORAMENTO

tutte le somme dovute dovute o debende dall’ ……..al signor………….., nato a ……..il………., e residente in………..Via ………..a titolo di pensione e di  indennità, nella misura di legge, e sino alla concorrenza di € …….. in virtù del disposto di cui al novellato art. 546 c. p. c.;

HO INGIUNTO

al signor ……………..residente in ………………Via…………., ai sensi dell’art. 492 c.p.c., di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito della pignorante le somme assoggettate ad espropriazione;

HO INTIMATO

al terzo pignorato …… in persona del suo legale rappresentante pro-tempore ai sensi dell’art. 543 c.p.c.  di non disporre delle somme pignorate senza l’ordine del Giudice adito e sotto comminatorie di legge;

HO INVITATO

il debitore ad effettuare presso la cancelleria del Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di ………., la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio in uno dei comuni del circondario del Tribunale di ……….. sede dello stesso giudice competente per l’esecuzione, con l’avvertimento che in mancanza ovvero in caso d’irreperibilità presso la residenza dichiarata o il domicilio eletto, le successive notifiche o comunicazioni a lui dirette saranno effettuate presso le Cancelleria dello stesso Giudice;

HO AVVERTITO

il debitore che, ai sensi dell’art. 495 c. p. c. può chiedere di sostituire alle cose o ai crediti pignorati una somma di denaro pari all’importo dovuto al creditore pignorante, e ai creditori intervenuti,  comprensivo del capitale,  degli interessi e delle spese, oltre che delle spese di esecuzione e sempre che, a pena di inammissibilità, sia da lui depositata in cancelleria, prima che sia disposta la vendita o l’assegnazione a norma degli art. 530, 552 e 569 c. p. c., la relativa istanza unitamente ad una somma di denaro non inferiore ad un quinto dell’importo del credito per cui è stato eseguito il pignoramento e dei crediti dei creditori intervenuti indicati nei rispettivi atti di intervento, dedotti i versamenti effettuati di cui deve essere data prova documentale. 

HO ALTRESI’  INVITATO

il debitore nel caso di pignoramento infruttuoso o insufficiente, ad indicare ulteriori beni utilmente pignorabili, con l’avvertimento che in caso di omessa o falsa dichiarazione è prevista, ai sensi dell’art. 388 c. p., una sanzione penale

HO NOTIFICATO

L’atto di citazione che precede mediante consegna di copie separate:

quanto al terzo pignorato:

quanto al debitore :
                     





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!


 

ricerca

CERCA ANCORA IN QUESTO SITO