Ricerca































banner_direkta.gif


banner_ratio_iuris.gif
mod_vvisit_counterVisite Oggi3
mod_vvisit_counterDal 12/06/091634247






























Divorzio rapido in Spagna per cittadini italiani.

Il divorzio rapido in Spagna per cittadini italiani può rappresentare un'ottima opportunità sia in termini di risparmio di tempo sia sotto il presumibile profilo economico. Senza contare il risparmio di stress...

Ne abbiamo parlato con l'abogado Augusto Scerrato che dal suo punto di osservazione privilegiato, in Spagna, ci ha spiegato, in breve, di che cosa si tratta 

 

abogado non si fa che parlare in Italia di come alcuni nostri connazionali riescano a divorziare in Spagna in modo veloce. Ci può spiegare in maniera semplice e chiara come è  possibile e come funziona ?

Certamente. Il divorzio rapido in Spagna per italiani è una realtà. I tribunali spagnoli ammettono domande di divorzio presentate non solo da cittadini spagnoli o da coppie miste (cittadino spagnolo e non) ma anche da due coniugi stranieri che abbiamo un collegamento molto forte con l'ordinamento spagnolo. É in realtà una possibilità che già esisteva nella legge processuale spagnola ma che è stata rafforzata dal regolamento comunitario n. 2201/2003 che si occupa specificatamente del riconoscimento ed esecuzione delle sentenze in materia matrimoniale e che è attualmente il testo di riferimento in tutta l'Unione Europa ad eccezione della Danimarca che non fa parte della collaborazione giudiziale rafforzata europea.

 

Ha parlato di un forte collegamento come il territorio spagnolo, cosa vuole dire?

Il criterio che permette ai cittadini stranieri di presentare una domanda di divorzio è la residenza stabile della coppia in territorio spagnolo, che nella pratica non vuole necessariamente significare residenza permanente ed esclusiva, nè tantomeno di lunga durata, come invece avviene per i casi di permessi di soggiorno in territorio spagnolo dove si computano effettivamente anche i periodi di assenza dell'interessato dal territorio spagnolo. Significa piuttosto che i coniugi od anche uno solo di essi abbiano scelto di avere in Spagna un centro di interessi o di vita o di attività professionale per un periodo di tempo che vada al di là del mero soggiorno di tipo vacanziero.

 

Come si dimostra di avere un collegamento con la Spagna?  E quanto dovrebbe durare?

Innanzitutto mediante documenti accreditativi del domicilio della coppia in Spagna, numeri di identificazione personali,  un contratto di affitto della casa dove risiedono i coniugi . Esiste poi una lista di possibili altri documenti che potrebbero accettati dal giudice come prova:  come la richiesta e il rilascio di documento di identità spagnolo, certificazione della residenza, contratti telefonici, utenze, incluso addirittura un certificado comprovante un trattamento medico al quale è stato sottoposto un coniuge in territorio spagnolo. 

Dalla giurisprudenza inoltre sembra chi i giudici considerino 5 o 6 mesi un tempo abbastanza ragionevole di residenza dei coniugi in Spagna prima di presentare una domanda di divorzio, ma dipende in molti casi veramente dalla documentazione presentata.

 

Cosa succede se non è provata la residenza?

In caso che non sia sufficientemente provata la residenza il giudice puó rigettare la domanda di divorzio.

 

In questo ultimo caso possono i coniugi ripresentare la domanda? Di fronte allo stesso giudice?

Ovviamente si, ma consiglierei di essere piú accorti nella documentazione presentata. Quanto alla possibilità che i coniugi spostino la propria residenza altrove, ovviamente i precendenti documenti fomeranno parte del fascicolo della nuova domanda di divorzio, insieme alla certificati del nuov domicilio.

 

Si riduce davvero il tempo per l'ottenimento del divorzio?

Si. Ovviamente se i coniugi scelgono la procedura di mutuo accordo e non qualla contenziosa, cioè quella in cui ad esempio rivendicano la „responsabilità del coniuge” o non ci sia accordati sugli aspetti economici della dissoluzione del matrimonio. In Spagna la trafila processuale per giungere al divorzio consensuale è molto ridotta in quanto la fase della separazione è facoltativa.

 

Quindi in Spagna non è necessario aspettare i famosi tre anni di „maturazione della decisione” dalla sentenza di separazione?

No. E un „passaggio” solo facoltativo. Si presenta direttamente la domanda di divorzio consensuale.

 

Ci faccia qualche numero avvocato: divorzio in Italia ss. divorzio in Spagna.

Difficile da dirsi per l'Italia; partiamo da un tempo minimo di 3 anni e mezzo, anche se la procedura p prolungarsi a seconda dell'agenda del presidente del tribunale e soprattutto dal carico di lavoro dei giudici togati contro un tempo medio in Spagna di un mese dalla presentazione della domanda di divorzio. Anche qui potrebbe verificarsi un ritardo ma in genere non andiamo al di là di una o due settimane.  

 

Quindi in totale 6 o 7 mesi da quando i coniugi si trasferiscono in Spagna. Ecco spiegato il perchè di tutto questo interesse attorno al divorzio in Spagna.

Si in effetti.

 

Come si presenta una domanda di divorzio e quali documenti bisogna allegare?

Per presentare una domanda in Spagna è necessario secondo l'articolo 750 del codice di procedura civile servirsi di un avvocato e di procuratore. Dal momento che stiamo parlando in una procedura congiunta e consensuale gli interessati possono scegliere di essere rappresentati da un solo procuratore ed un avvocato anzichè due. Alla domanda bisognerà allegare una certificato di matrimonio e stato di famiglia dei rispettivi coniugi, entrambi legalizzati e tradotti in Spagnolo, più ovviamente tutta la documentazione relativa all'attuale domicilio dei coniugi in Spagna.

Altro documento che è necessario inserire e' il “Convenio Regulador” uno scritto con il quale gli interessati stabiliscono gli accordi economici relativi alla dissoluzione del matrimonio od anche aspetti non economici come l'affidamento dei figli o della casa familiare. Le parti ratificheranno l'accordo di fronte al giudice nell'udienza fissata per il divorzio e lo stesso convenio regulador sarà omologato dal giudice per mezzo della sentenza di divorzio. Inoltre, se non intervengono questioni relativi a figli minori la procedura viene trattata dal solo giudice senza l'intervento del pubblico ministero, snellendo ulteriormente la procedura.

É bene sottolineare che nel caso di cittadini italiani, che hanno contratto matrimonio in Italia la legge applicabile al convenio regulador sará il diritto di civile e di famiglia italiano e non quello spagnolo. Quindi se ci sono interessi economici particolarmente importanti in gioco è sicuramente  consigliabile farsi assistere da un professionista che conosca il diritto italiano.

 

Tutto qui? Ottenuta la sentenza in Spagna si è divorziati anche in Italia?

Tecnicamente ancora no, la sentenza è stata emessa da un tribunale straniero, anche se europeo , quindi per produrre i suoi effetti in Italia deve essere riconosciuta dall'ordinamento italiano.

La procedura da attivare è molto semplice e non prevede una vera e propria analisi di fondo del tribunale italiano, al termine della quale gli ex coniugi potranno iscrivere la sentenza nel registro degli atti civili considerandosi cosi a tutti gli effetti divorziati anche per la legge italiana. Una volta trascritta la sentenza nel registro degli atti civili i suoi effetti retroagiscono alla data nella quale la sentenza ha acquisito fermezza giuridica in Spagna, cioè in assenza di opposizione delle parti  cinque giorni dopo alla pubblicazione e notificazione della stessa sentenza al procuratore della parte. Per gli aspetti di tipo economico contenuti nel convenio regulador bisognerà richiedere invece  l'esecuzione degli accordi.

 

Ci parli invece dell'aspetto economico. Quanto costa divorziarsi in Spagna?

Dunque, gli onorari dell' avvocato si aggirano attorno ai 1000 euro mentre i diritti di procuratore si dovrebbero essere al massimo circa 200 euro, almeno da tariffario ufficiale degli avvocati e procuratori in vigore nella Comunità Autonoma Valenciana. A questo bisogna aggiungere il costo dell'eventuale traduzione dei certificati italiani che si allegano alla domanda.

Si tenga conto inoltre che si i coniugi scelgono di essere rappresentati da avvocati di regioni settentrionali come Cataluña od la Navarra gli onorari potrebbero essere piu alti.

 

Bene grazie. La ringrazio per il suo intervento e contributo avvocato. C'è qualche piccola accortezza riguardo l'intero iter che vorrebbe far presente ai lettori?

Le questioni da affrontare in un divorzio possono essere molte e sono diverse da caso a caso, in generare consiglio peró di pensare attentamente a quello che si decide nel convenio regulador, e non avere eccessivamente fretta, soprattutto se ci sono importanti interessi economici in gioco. Avvalersi di un avvocato di fiducia é sempre una cosa consigliabile.

Do la mia disponibilità ai quanti siano interessati o abbiano dei dubbi di formulare specifiche richieste sulla procedura di divorzio in Spagna alle quali cercheró di rispondere nel più breve tempo possibile.

Grazie anche a Lei è stato un piacere esserLe di aiuto.

 

 





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!


 

ricerca

CERCA ANCORA IN QUESTO SITO